Yana Ehm M5S / News e attività / Attivismo e la solidarietà / COOPERAZIONE: UN TASSELLO FONDAMENTALE 

COOPERAZIONE: UN TASSELLO FONDAMENTALE 

Yana Ehm M5S / News e attività / Attivismo e la solidarietà / COOPERAZIONE: UN TASSELLO FONDAMENTALE 

COOPERAZIONE: UN TASSELLO FONDAMENTALE 

Mag 04, 2019

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) è un tassello importantissimo per la crescita dei paesi in cui operiamo, con lo scopo principale di ridurre le disuguaglianze, promuovere uno sviluppo sostenibile, tutelare i diritti umani e sostenere la pace, a norma della legge 125 del 2014. Possiamo dire che la Cooperazione Italiana qui in Etiopia fa davvero un lavoro straordinario.

La sede etiope ad Addis Abeba opera in questo paese da oramai tantissimi anni ed ha competenza anche su Gibuti e Sud Sudan, occupandosi principalmente di agro-industria, imprenditoria e good governance, quindi di educazione, migrazione e sanità.

Queste infatti sono le priorità contenute nel programma 2017-2019: il budget di oltre 200 milioni di euro deliberati (di cui 96 milioni già erogati) è suddiviso con il principale obiettivo di ottener uguaglianza di genere, sostegno alla nutrizione, sanità, e sviluppo del settore agri-industriale e privato con programmi specifici calibrati nei diversi, e vastissimi territori.

Alcuni esempi? Programmi orientati ai diritti delle donne, lotta alla violenza di genere, good governance, sviluppo del settore privato e dell’imprenditoria femminile, ma anche sviluppo rurale e sicurezza alimentare, in un paese in cui la mortalità infantile legata alla nutrizione è ancora molto alta (28%) e l’aspettativa di vita si aggira attorno ai 60 anni su una popolazione che per il 70% è costituita da under 25.

La Nutrizione è un tema fondamentale e la sua visione è trasversale anche nell’approccio della Unione Europea che la considera tema cardine del Joint Program di ogni paese.

La salute, quindi, come obiettivo di una rivoluzione culturale ma anche una migliore gestione delle risorse naturali, in un territorio che soffre problematiche ambientali come la siccità, problema che fa migrare milioni di sfollati interni, così da ottenere programmi specifici su agricoltura e acqua con il cosiddetto WASH, Water Sanitation and Hygiene Program.

Abbiamo già raccontato di come l’Etiopia soffra ancora di mortalità infantile, a cui si aggiunge quella materna (412 su 100.000 donne), mentre quella infantile si attesta a 29 neonati ogni 1000.

Dopo la salute l’emergenza principale riguarda l’Istruzione: un popolo sano e istruito può risollevare sorti di un paese molto povero. Ecco perché sono così importanti gli interventi di formazione, dall’infanzia fino all’età adulta con corsi di formazione specifici per apprendimento lavorativo.

L’Italia è attualmente membro del Basic Services Delivery Group, con l’obiettivo di potenziare i servizi di base e promuovere la partecipazione dei cittadini etiopi ai processi decisionali.

Come ultimo tassello, fondamentale il sostegno alla Governance per rafforzare il partenariato tra Governo etiope e donatori, al fine di rendere efficace gli sforzi di AICS.

Scritto da Yana Ehm